Valerio Terraroli

professore di storia dell’arte

Insegna Storia della critica d’arte, Museologia e Storia delle arti decorative presso l’Università di Verona, dove dirige il Centro di ricerca “Rossana Bossaglia”. Si occupa di cultura artistica del Settecento di area lombardo-veneta; architettura eclettica del secondo Ottocento, la pittura e la scultura di matrice simbolista; liberty e déco in Italia.


Ha scritto: Ceramica italiana d’autore 1900-1950 (2007); Futurismo, arti decorative e quotidianità. L’eredità modernista e l’oggetto come veicolo di modernità (2009); Arte contemporanea e arti decorative: prove tecniche di connessione (2009); Napoleone Martinuzzi, Gabriele d’Annunzio e l’arte vetraria (2013); La forza della modernità. Arti in Italia 1920-1950 (2013); Tomaso Buzzi e Gio Ponti: protagonisti insuperati delle arti decorative tra Déco e Novecento (2014); Ceramiche italiane d’arte tra Liberty e Informale. La fragile bellezza (2014); Gusto nordico e gusto italiano. Dal “modernismo” di inizio secolo al “modernismo romantico” del secondo dopoguerra (2015); Il Palazzo Ducale di Bolzano (2015); Art Déco in Italia: 1919-1930. Gli anni ruggenti

luglio 2017

Un fondatore dell’arte contemporanea: Marcel Duchamp